Stampa la pagina corrente  Mostra la mappa
Cancogni-Manlio
Autore:   Cancogni Manlio
Titolo evento:   Si può scrivere oggi?
Data evento:   Non disponibile
Stagione:   1973 - 1974
 
Autore:  Cancogni Manlio
Attività autore:  Scrittore, docente, giornalista
Luogo di nascita:   Bologna  Anno di nascita:  1916 
Luogo di morte:   --  Anno di morte:   --

Manlio Cancogni, vincitore dell'ultimo premio Strega con il romanzo Allegri, gioventù, è approdato definitivamente alla letteratura a quarant'anni (ne ha oggi 57) dopo la duplice esperienza di insegnante di storia e filosofia nei licei e di giornalista inviato speciale dell'Europeo e dell'Espresso. Il suo primo libro, La carriera di Pimlico, è del 1956. Pubblicò successivamente L'odontotecnico, Cos'è l'amicizia, Una parigina, La linea del Tomori, che gli valse il premio Bagutta nel 1966, Lo scialle di Marie, Azorin e Mirò (uno dei più bei racconti del dopoguerra), Il Napoleone del Plata, Il ritorno, Parlami, dimmi qualcosa e, infine, Allegri, gioventù. Cancogni, bolognese figlio di genitori toscani, è scrittore fortemente originale sia nella scelta dei temi (si tratta, spesso, di trasposizioni di fatti storici nel tessuto della vita quotidiana) sia nel linguaggio semplice e lineare, carico di trasparenti simboli e di umana poesia. Spirito alacre, pieno di curiosità, Cancogni ha trascorso gli ultimi anni in Italia dirigendo La Fiera letteraria e successivamente negli Stati Uniti, dove si è recato su invito di un'università americana.
Documentazione cartacea: Non disponibile

Indice degli argomenti - Letteratura - Cancogni Manlio - Si può scrivere oggi?