Stampa la pagina corrente  Mostra la mappa
Fischer-Ernst
Autore:   Fischer Ernest
Titolo evento:   L'arte deve nulla e può tutto
Data evento:   13-Mar-1970
Stagione:   1969 - 1970
Conferenze A.C.I.:   XXVII
 
Autore:  Fischer Ernest
Attività autore:  Filosofo, critico d’arte, politico, commediografo
Luogo di nascita:   --  Anno di nascita:  1875 
Luogo di morte:   --  Anno di morte: 1954

Il settantenne filosofo, saggista, critico d'arte e uomo politico - nonché poeta e commediografo - Ernst Fischer è oggi uno dei più nobili rappresentanti di quel settore della cultura marxista europea che, rimanendo all'interno del movimento comunista, ne va sottolineando con “costante insoddisfazione e perpetua tensione” le insufficienze storiche, gli errori, le deviazioni autoritarie. Nacque nel 1899 a Chomutov in Boemia. Frequentò la facoltà di Filosofia di Vienna, accostandosi contemporaneamente al movimento operaio centro-europeo. Abbandonò gli studi per lavorare e pubblicò nel 1924 il primo volume di poesie; nel medesimo anno fu rappresentata la sua prima opera teatrale. Travolto con il movimento comunista austriaco dall'avvento di Hitler in Germania e dall'Anschluss del 1934, fu costretto ad emigrare prima a Praga e poi a Mosca. Ritornò a Vienna dopo la guerra e fu ministro dell'Istruzione nel primo governo di coalizione nazionale; fino al 1959 fu deputato del pc austriaco; poi si dedicò alla saggistica, scrivendo fra l'altro il suo libro più noto: Arte e coesistenza. Nel 1968 si schierò contro l'URSS per l'invasione della Cecoslovacchia e ciò gli costò un'inchiesta del pc, sotto il sospetto di simpatia per il cosiddetto “socialismo umanitario”. È nota la sua coraggiosa difesa degli scrittori russi “ribelli” Siniavskji e Daniel.
Documentazione cartacea: Richiedi

Registrazione audio: Richiedi

Indice degli argomenti - Arte - Fischer Ernest - L'arte deve nulla e può tutto