Stampa la pagina corrente  Mostra la mappa
Andreotti-Giulio
Autore:   Andreotti Giulio
Titolo evento:   Due secoli di aspirazioni alle riforme
Data evento:   Non disponibile
Stagione:   1974 - 1975
 
Autore:  Andreotti Giulio
Attività autore:  Politico, scrittore
Luogo di nascita:   Roma  Anno di nascita:  1919 
Luogo di morte:   --  Anno di morte:   --

Uomo politico di vasta esperienza, due volte Presidente del Consiglio dopo aver ricoperto incarichi ministeriali in molti Governi dal 1947 ad oggi, ed essere stato presidente del gruppo democristiano alla Camera, Giulio Andreotti è anche un raffinato cultore di storia patria, scrittore elegante ed ironico. Aveva del resto iniziato la sua attività pubblica come giornalista nell'immediato dopoguerra, poco più che venticinquenne, dopo una importante esperienza alla guida della Fuci nei difficili anni dell'occupazione tedesca di Roma e della fine del conflitto. Laureato in legge ed eletto per la prima volta alla Costituente, ha poi sempre fatto parte del Parlamento, riempiendo le pause del lavoro politico con gli studi storici. Nel 1946 pubblicò la sua prima opera «Concerto a sei voci»; «Pranzo di magro per il cardinale», il suo secondo volume, uscì nel 1953; pubblicò poi «De Gasperi e il suo tempo», puntuale ed affettuosa biografia dello statista accanto al quale aveva cominciato la sua carriera politica; del 1967 è «La sciarada di Papa Mastai» e del 1974 «Ore 13: il ministro deve morire», dedicato alla figura di Pellegrino Rossi, lo sfortunato primo ministro di Pio IX.
Documentazione cartacea: Non disponibile

Indice degli argomenti - Storia e società - Andreotti Giulio - Due secoli di aspirazioni alle riforme