Stampa la pagina corrente  Mostra la mappa
D_Amico-Fedele
Autore:   D'Amico Fedele
Titolo evento:   Perché e come l'Opera Lirica
Data evento:   Non disponibile
Stagione:   1975 - 1976
 
Autore:  D'Amico Fedele
Attività autore:  Critico musicale, compositore
Luogo di nascita:   Roma  Anno di nascita:  1912 
Luogo di morte:   --  Anno di morte: 1990

Fedele d'Amico, critico musicale e compositore, è nato nel 1912 a Roma, dove ha studiato pianoforte e composizione con Alfredo Casella, laureandosi contemporaneamente in Legge. Collabora a giornali e riviste italiane e straniere dal 1931; durante l'occupazione tedesca di Roma e poi per alcuni mesi dopo la Liberazione ha diretto Voce operaia, il settimanale dei Cattolici comunisti. Sin dalla fondazione e fino a tutto il quarto volume ha diretto la Sezione musica e danza dell'Enciclopedia dello Spettacolo, collaborando inoltre a molte altre enciclopedie italiane e straniere. Nella sua vasta attività saggistica sono da ricordare le monografie su Rossini, Mussorgskij e Petrassi e la raccolta di sue critiche nel volume I casi della musica; ha inoltre curato la pubblicazione di una antologia di scritti di Berlioz e dei volumi collettivi Alfredo Casella e La lezione di Toscanini. Per quanto riguarda l'attività musicale vera e propria, Fedele d'Amico ha tradotto in versione ritmica i testi di una ventina di opere liriche e di alcune composizioni da concerto ed ha composto musiche di scena per regie teatrali di Orazio Costa e Guido Salvini. Insegna storia della musica alla Facoltà di Magistero di Roma, è condirettore della Nuova Rivista musicale italiana e titolare della rubrica musicale dell'Espresso.
Documentazione cartacea: Non disponibile

Indice degli argomenti - Musica - D'Amico Fedele - Perché e come l'Opera Lirica