Stampa la pagina corrente  Mostra la mappa
Bernari-Carlo
Autore:   Bernari Carlo
Titolo evento:   Letteratura tra scienza e fantascienza
Data evento:   11-Mar-1968
Stagione:   1967 - 1968
Conferenze A.C.I.:   XXII
 
Autore:  Bernari Carlo
Attività autore:  Scrittore
Luogo di nascita:   Napoli  Anno di nascita:  1909 
Luogo di morte:   Roma  Anno di morte: 1992

Carlo Bernari fu forse il primo scrittore italiano a concepire in termini di realismo un ritratto della nostra società dal punto di vista letterario. Il suo romanzo Tre operai, pubblicato nel 1934, divenne, nel dopoguerra, un modello per tutti gli altri scrittori che diedero vita al neorealismo di impegno sociale. Lo stesso impegno che, del resto, Carlo Bernari continuò a immettere nella sua opera di narratore: tutti i suoi romanzi, da Prologo alle tenebre a Speranzella (premio Viareggio del 1950), Vesuvio e pane (premio Salento del 1952), Domani e poi domani, Amore amaro, Era l'anno del sole quieto (premio D'Annunzio Pescara nel 1964) costituiscono altrettante prove della sua partecipazione umana ai problemi degli uomini del nostro tempo, trasfigurati da una libera e suggestiva creatività fantastica. Carlo Bernari, nato a Napoli, si educò agli ideali crociani e alimentò la sua giovinezza con la passione delle lotte politiche e sociali. Nel secondo dopoguerra la sua attività si è gradatamente estesa: lo scrittore si è di volta in volta trasformato in giornalista, sceneggiatore cinematografico, critico e saggista; tutte esperienze da lui consegnate alle pagine di libri singolari come Napoli guerra e pace, Bibbia napoletana e Il gigante Cina.
Documentazione cartacea: Richiedi

Indice degli argomenti - Letteratura - Bernari Carlo - Letteratura tra scienza e fantascienza